Salta al contenuto

Stabilizzazione del contrafforte - Parte IV

Questa è la quarta parte di una serie di quattro puntate sulle attrezzature e le tecniche di stabilizzazione dei contrafforti. I segmenti precedenti hanno trattato in modo abbastanza approfondito la stabilizzazione del contrafforte di un veicolo passeggeri ad appoggio laterale. Qui analizzeremo la stabilizzazione del contrafforte di un veicolo passeggeri a tetto. I concetti di base trattati nelle sezioni precedenti sulla stabilizzazione del contrafforte sono validi anche in questo caso e non verranno ripetuti.

Stabilizzazione del contrafforte di un veicolo passeggeri con tetto a sbalzoStabilizzazione del contrafforte di un veicolo passeggeri con tetto a sbalzo

Un veicolo passeggeri con tetto appoggiato può rappresentare una situazione difficile in termini di stabilizzazione. In ogni tentativo di stabilizzazione vogliamo soluzioni rapide e semplici. Il tempo speso per la stabilizzazione è tempo non speso per l'estricazione e la cura del paziente. Ciò che spesso viene trascurato è che la maggior parte delle tecniche rapide e semplici interferiscono con l'abitacolo, limitando così le opzioni di estricazione. Molte di queste tecniche prevedono il fissaggio di cinghie di trattenuta ai montanti posteriori o il passaggio di cinghie attraverso la portiera fino al sottoscocca. Un altro problema dell'auto con tetto sospeso è che le posizioni in cui si desidera maggiormente collocare i cavalletti di stabilizzazione sono le meno favorevoli a un buon acquisto. In molte situazioni, il peso del motore dell'auto mantiene il muso in basso e la parte posteriore in alto, lasciando una superficie inclinata e scivolosa che non permette alla punta dell'elica di agganciarsi. Più avanti introdurremo una nuova tecnica che è rapida, semplice, non richiede la ricerca di un appoggio per l'elica e lascia l'abitacolo libero da ostruzioni mantenendo aperte le possibilità di accesso.

Stabilizzazione del contrafforte di un veicolo passeggeri con tetto a sbalzoLa parte posteriore di una tipica berlina, ad esempio, offre pochissimi punti solidi per l'aggancio dei cavalletti. Esempi di aree che si prestano all'acquisto sono i fori per le luci dei parafanghi, le aperture per il rifornimento di gas, le pareti del baule posteriore, i fori per i fanali posteriori e alcuni paraurti o supporti dei paraurti. Di solito è possibile forare le luci del parafango posteriore e rimanere con un foro nel parafango. A seconda delle condizioni del veicolo a seguito dell'incidente, della ruggine o della composizione del materiale, è possibile ottenere un acquisto sufficiente a rimuovere il "gioco" nel veicolo; tuttavia, se è necessario un supporto verticale, potrebbe essere un problema con la lamiera o la plastica se i parafanghi saranno l'unico acquisto. Se aprite lo sportello di rifornimento del gas, troverete un buon acquisto.

Purtroppo, questi sono presenti solo su un lato, anche se ho sentito di veicoli che li hanno su due lati, ma si tratta di una rara eccezione. Le suggerisco di lasciare il tappo di rifornimento per evitare di creare ulteriori problemi. Se c'è una perdita di carburante, è necessario risolvere il problema. L'appoggio del supporto metallico contro un parafango metallico potrebbe causare un'accensione. La parete posteriore del bagagliaio di solito offre una buona presa per un raccordo terminale a canale. Tuttavia, spesso è difficile raggiungerla, a meno che non sia stato rimosso il coperchio del bagagliaio. I paraurti sono disponibili in diverse forme e materiali. Alcuni sono resistenti, altri deboli. Anche i supporti dei paraurti variano notevolmente. Assicuratevi di sapere che quello che utilizzate è in grado di sostenere il carico che applicate.

Una tecnica molto veloce da utilizzare è un singolo cavalletto centrato nella parte posteriore, in combinazione con un blocco a gradini o cunei davanti ai montanti "A". In questo modo si ottengono tre punti di stabilizzazione. Tuttavia, due di questi punti, i cunei, sono bassi rispetto al centro di gravità del veicolo e non aumentano di molto l'"impronta" del veicolo. Si noti che abbiamo un centro di gravità molto più basso rispetto a un veicolo a riposo laterale e un'impronta più ampia per cominciare. I cunei, tuttavia, aumentano il contatto con il terreno. I vantaggi di questo tipo di configurazione sono che l'acquisto del puntello è in genere solido con la parete posteriore del bagagliaio o con un paraurti solido e la base è ben vincolata. Questo tipo di allestimento presenta diversi svantaggi. Per trattenere correttamente la base, le cinghie vengono agganciate ai montanti posteriori o risalgono lungo le fiancate fino al carrello. L'aggancio ai montanti posteriori può, in alcune situazioni, causare difficoltà nella rimozione del tetto. Le cinghie che risalgono le fiancate davanti alle porte limitano l'accesso laterale. Inoltre, il cavalletto stesso è centrato nella parte posteriore del veicolo e ostacola l'accesso al lunotto.

Un altro metodo consiste nell'applicare un supporto a ciascun parafango, sempre con cunei davanti al montante "A". Con un buon acquisto, questa può essere una stabilizzazione sufficiente. Con questa configurazione, la cinghia di base di un cavalletto è collegata alla base del cavalletto opposto. Gli svantaggi di questa configurazione includono le difficoltà di acquisto menzionate in precedenza e il fatto che le basi non sono trattenute nel modo più completo possibile. Se il veicolo può essere trattenuto dallo scivolamento, la mancanza di contenimento laterale della base non sarà probabilmente un problema. Un vantaggio di questa configurazione è che l'abitacolo rimane relativamente libero.

Una tecnica molto solida consiste nel combinare i due metodi precedenti. Ora si dispone di un cavalletto su entrambi i parafanghi posteriori e di un cavalletto al centro della parte posteriore, oltre che di un cuneo di fissaggio sul montante "A". Le cinghie di fissaggio possono essere configurate in diversi modi. Una configurazione di cinghie consiste nel legare le basi dei cavalletti dei parafanghi l'una all'altra, indipendentemente dal cavalletto posteriore, e nel legare la base del cavalletto posteriore ai montanti del tetto posteriore utilizzando ganci a "J". Un altro modo di legare è quello di legare il cavalletto posteriore ai cavalletti dei parafanghi e poi legare i cavalletti dei parafanghi al montante posteriore. Inoltre, i cavalletti dei parafanghi possono essere legati l'uno all'altro. In questo caso, le cinghie collegate ai montanti posteriori possono essere spostate nella parte anteriore del veicolo per lasciare libero l'abitacolo. La configurazione finale delle cinghie mantiene aperte le opzioni di estricazione, ma rimane la difficoltà di trovare un aggancio rapido e solido del cavalletto. Si noti che la stabilizzazione può iniziare con uno dei due metodi precedenti e finire qui aggiungendo i componenti mancanti.

Il prossimo metodo di stabilizzazione dei tetti appoggiati è stato sviluppato con i seguenti obiettiviIl metodo di stabilizzazione del tetto successivo è stato sviluppato con i seguenti obiettivi:

  • Fornisce un aggancio universale del cavalletto ai parafanghi, indipendentemente dalla costruzione, dal materiale e dal design del veicolo.
  • Mantenere l'accesso al paziente libero da ostacoli.
  • Tenere a disposizione tutte le possibili opzioni di estricazione.
  • Fornire una solida stabilizzazione.
  • Semplice da capire.
  • Configurazione rapida.

Ci è voluto un po' di tempo, ma forse siamo vicini a questi obiettivi. La tecnica sviluppata dalla Cepco Tool Company prevede i seguenti semplici passaggi:

  1. Supporti a contrafforte snelliti con speciali terminali di presa a catena contro ciascun parafango posteriore.
  2. Far passare la catena sotto la parte posteriore del veicolo da un cavalletto all'altro con un lasco che si estende fino al sottocarro su ciascun lato.
  3. Stringere l'allentamento e tirare le estremità al parafango usando una cinghia a cricchetto da un'estremità della catena all'altra estremità della catena nel sottoscocca. Nota: se si teme che la cinghia a cricchetto entri in contatto con uno scarico caldo o simili, è possibile legare la catena sotto il cofano del bagagliaio. Inoltre, la cinghia che vincola la catena può essere sostituita da un raccoglitore per catene, da un supporto per catene o simili.
  4. Per evitare che la catena scivoli dalla parte posteriore del veicolo, fissare una cinghia a cricchetto alla catena vicino al cofano del bagagliaio e farla risalire nel sottoscocca davanti al gruppo ruota (il punto di rotazione del braccio oscillante può essere adatto).
  5. Collegare una cinghia a cricchetto alle basi e stringere.
  6. Posizionare dei cunei o simili davanti a ciascun montante "A".

Il prossimo metodo di stabilizzazione dei tetti appoggiati è stato sviluppato con i seguenti obiettiviSulla carta, sembrano molti passaggi. In pratica, però, ci vogliono circa due minuti per realizzarla. Non è necessario pensare molto per decidere come posizionare gli stativi, come acquistare il veicolo o come evitare che la stabilizzazione interferisca con l'accesso/estrazione del paziente.

Se si desidera un terzo cavalletto nella parte posteriore centrale del veicolo, è possibile aggiungerlo in qualsiasi momento. In questo caso, le cinghie del terzo cavalletto possono essere fissate alle basi dei cavalletti dei parafanghi. Oltre ai cavalletti dei parafanghi fissati l'uno all'altro, le cinghie verrebbero fatte passare dalle basi dei cavalletti dei parafanghi fino alla parte anteriore del veicolo. Questa configurazione eviterebbe di fissare le cinghie all'abitacolo.

Le tecniche qui descritte non sono sempre adatte alla situazione. Le condizioni del terreno, le ostruzioni, il tipo di veicolo o le condizioni del veicolo possono impedire la stabilizzazione come descritto. Tuttavia, i metodi qui presentati forniscono alla squadra di soccorso un buon punto di partenza per lavorare.

Se si desiderano ulteriori informazioni sulle attrezzature utilizzate in questo articolo, è possibile accedere al seguente sito web: www.cepcotool.com o scrivere a: Cepco Tool Company, Post Office Box 700, Spencer, NY 14883. © 2001, Cepco Tool Company.

Programmate oggi stesso la vostra dimostrazione gratuita!

State pensando di acquistare uno dei nostri puntoni di stabilizzazione e sollevamento per veicoli, facili da usare? Volete una dimostrazione prima di impegnarvi nell'acquisto?

Effettuare il login per visualizzare questo documento

Non avete un account? Fare clic per iscriversi

Avete dimenticato la password?
it_ITItalian
Scorri in cima